AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Il Comune di Militello in Val di Catania

Il Comune di Militello in val di Catania
Militello in Val di Catania

  • Abitanti: 8.894
  • Fax: 095 656056
  • Telefono Municipio: 095 7941200 - 095 7941211
  • Internet: www.comunemilitello.it
  • Superficie: 63 kmq
  • Altezza s.l.m.: 413 m
  • Distanza: 48 km da Catania

Posizione:
sui primi rilievi settentrionali dei monti Iblei.

Storia Militello in val di Catania

Cenni storici:
Gli storici fanno comunemente risalire l'origine di Militello al periodo romano (III secolo a.C.), spiegandone il nome come "militum tellus" (terra di soldati).
In realtà sembra che il primo insediamento urbano sia sorto in età bizantina, nella valle del fiume Lèmbasi, a sud dell'attuale abitato, e che questo si sia esteso e consolidato durante la dominazione araba.
Con l'arrivo dei normanni (1071) comincia la storia documentata della città che già in epoca medioevale assume notevole rilievo come centro fortificato, grazie anche alla particolare posizione a ponte fra Catania e Noto.
I primi a governare Militello furono Alaimo e Lanfranco, cittadini di Lentini.
Nel 1292 Re Giacomo concesse Militello a Bonifacio Camerana e nel 1308 ad Abbone Barresi, che nel censimento di Federico II d'Aragona del 1320 è detto signore di Pietraperzia e Militello.
Nel 1564 il casato dei Barresi ottenne il titolo di marchesi e poco dopo (nel 1567) il borgo passò a Fabrizio Branciforti, conte di Mazzarino. Militello subì gravi danni per il terremoto del 1693.
Nel corso dei secoli Militello divenne un importante centro religioso (vi si contavano 24 chiese e 9 conventi) e culturale, raggiungendo l'apice della fioritura artistico-culturale nel primo ventennio del '600, quando fu retta da don Francesco Branciforte e Donna Giovanna d'Austria, figlia del vincitore di Lepanto.
Dopo l'abolizione della feudalità si inserì segnatamente nel fervore risorgimentale e quindi nelle istituzioni dello stato post-unitario.

Economia:
Prodotti agricoli: agrumi, vino, uva, olive, granaglie, cereali, ortaggi.
Allevamenti: ovini, bovini, caprini, equini.
Industrie ed Imprese: fabbriche di laterizi e di manufatti in cemento, aziende per la lavorazione e la trasformazione di prodotti agricoli e zootecnici.

Monumenti Militello in val di Catania

Beni monumentali:
Chiesa ed Abazia di San Benedetto: l'intero complesso è secondo in Sicilia soltanto a quelli di Catania e Monreale. Costruita tra il 1616 ed il 1646 per volontà dei principi di Militello, custodisce notevoli capolavori artistici. Possiede un altare maggiore riccamente intarsiato, due grandiosi candelabri del '600 in legno dorato, una statua settecentesca in legno policromato raffigurante la Madonna del Rosario e tele di grande pregio.
Fontana della Ninfa Zizza: la costruzione di questo monumento risale al 1607 ed è collegata ad un evento estremamente importante nella vita di militello, ovvero l'arrivo dell'acqua potabile. Fu una delle opere che tramandarono ai posteri l'operoso governo del principe Francesco Branciforte.
Chiesa Madonna della Catena: di impianto cinquecentesco, la chiesa è una delle poche costruzioni sopravvissute al terremoto del 1693.
Nell'interno, ad aula, il barocco siciliano raggiunge vertici inconsueti per le incredibili decorazioni che adornano le pareti, dove sono state scolpite nei due ordini dodici Sante Vergini e storie di Maria fra una moltitudine di putti, festoni e varie figure.

Biblioteche e Musei:
Museo San Nicolò. Biblioteca comunale

Altre informazioni:
Scuole (Istituti superiori): istituto tecnico commerciale. Gastronomia: le "cassatiddine" (con cioccolato, cannella, mandorle, marmellata), i "mastrazzola" (tipici dolci natalizi), "nfasciatelli", "muscardini", "giammelli", "pipirata" di riso

Ricorrenze:
8 settembre: festeggiamenti in onore di Santa Maria della Stella, patrona di Militello in Val di Catania.
19 Marzo: festa di San Giuseppe, con caratteristica asta in piazza dei prodotti gastronomici locali, il cui incasso viene devoluto in beneficenza.
18 agosto: festeggiamenti in onore di SS. Salvatore, patrono di Militello, celebrati nell'ambito dei Solenni Festeggiamenti che si protraggono dall' 8 al 25 agosto di ogni anno.
Ottobre: sagra della mostarda e del fico d'India.

PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

 
 
 
 
 

Progetto Catania a Colori

 
 
 
 
 

ADOZIONE
Decreto del Commissario Straordinario n. 285 del 28/12/2022

Piano Urbano della Mobilità Sostenibile
Piano Urbano della Mobilità Sostenibile

Consultazione degli atti


» Adozione PUMS


Piano Generale del Traffico Urbano dei Comuni della Città Metropolitana di Catania
Piano Generale del Traffico Urbano
dei Comuni della
Città Metropolitana di Catania

Piano Spostamenti Casa Lavoro
Piano Spostamenti Casa Lavoro