AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SeOLProgetto EtnaOnlineProgetto SISC

Palazzo Minoriti

Palazzo Minoriti Il palazzo che ospita la Provincia Regionale di Catania è un ex convento dei frati Minoriti collocato nel centro storico della città, fra la piazza Duomo e l'anfiteatro romano.
Venne realizzato nel '700, sulle macerie del convento distrutto dal terremoto del 1693.
A dirigerne i lavori fu chiamato, fra gli altri, l'architetto Francesco Battaglia, l'artefice della rinascita di Catania.


Lo stile è di tardo barocco, ma verso più moderate forme classicheggianti. Rimase occupato dai frati Minoriti fino a quando, nel 1866, con la soppressione dei beni ecclesiastici da parte dello Stato, fu incamerato dal Demanio e ceduto alla amministrazione provinciale.
Quest'ultima, a sua volta, volle destinare l'ala est dell'edificio (prospiciente su via Etnea) a sede della Prefettura e lo stesso prefetto vi fissò la residenza ufficiale fino al 1937.
Per la nuova destinazione si resero necessari lavori di trasformazione e di ampliamento, affidati agli architetti Giuseppe Lanzerotti e, successivamente, Francesco Fichera, al quale si deve il parziale recupero del cortile, con il chiostro ancora rallegrato da un pino secolare.